(01-06-2019 - Alessandro Di Stefano) 

Nulla è cambiato all'ATP di Cosenza .....

Dopo quasi un anno di battaglie ed interventi continui di alcuni sindacati, tra cui UGL FP e la CGILFC e associazioni culturali ci troviamo a vivere una situazione ancora più paradossale rispetto all'anno scorso, l'ATP di Cosenza , come evidenziato dai sit in attuato dalle RSU lamenta da anni una carenza di personale in tutti i reparti , giustamente le RSU hanno protestato contro la dirigenza dell'USR e dell'ATP, poiché tale carenza mette a repentaglio non solo tutte le operazioni amministrative (pensioni ricostruzioni di carriera esami di stato immissioni in ruolo contenzioso)ma anche quelle propedeutiche all'avvio dell'anno scolastico 2019/2020 formazione organico diritto e di fatto trasferimenti utilizzazioni e assegnazioni ecc per una provincia come quella di Cosenza con i suoi 150 comuni e circa 140 scuole l'ATP presenta , attualmente, un numero esiguo di personale circa 47 persone tra cui un funzionario, impiegati e commessi. L'ATP di Cosenza è palese che non è in grado di soddisfare i fabbisogni di tutta la comunità scolastica cosentina e centrare gli obiettivi programmati.

A questo punto la domanda nasce da sola: il MIUR e USR Calabria che ben conoscono la problematica dell'ATP di Cosenza, anche grazie all'azione condotta da questa sigla sindacale e segnalata dal dirigente con kilometriche ed infruttuose relazioni, quali provvedimenti hanno messo in campo per risolvere il problema ?

Intanto il funzionario rimasto in questi giorni all'ATP di Cosenza come vicario vista la prolungata assenza del dirigente dott. Greco, senza informare le OSS, senza decreti , senza graduatorie o avvisi , nulla di nulla, distacca a suo piacere personale della scuola per rimpinguare il personale del suo ufficio. Vorremmo sapere, a questo punto, dov'è la trasparenza e il buon andamento della pubblica amministrazione in generale e della buona scuola, così si dice, in particolare. Nel frattempo, come da ultima convocazione dell'USR Calabria, molte funzioni dell'ATP di Cosenza sono stati assegnati ad altri ATP della regione, mentre la delega sul diritto allo studio e degli esami di stato sarà a cura dell'USR Calabria di Catanzaro. In questo silenzio totale e perenne, ormai è passato più di un anno da quando la UGL FP ha sollevato la questione della scarsità di risorse umane all'ATP di Cosenza, la scuola cosentina conosce e vive situazioni disastrose, quindi la trasparenza come la legalità vanno a farsi benedire. Nel persistere di tale situazione, la sottoscritta O.S. sta valutando tutte le forme di lotta sindacale che riescano a demolire, finalmente, quello che è diventato un vero e proprio muro di gomma costruito dall'indifferenza di quanti avrebbero dovuto già da tempo porre rimedio alle condizioni di incertezza e poca trasparenza di un elemento fondamentale per il futuro dei nostri figli: la scuola.