VISITE FISCALI 2017 - POLO UNICO INPS

Dal 1 settembre la competenza sulle visite fiscali anche dei dipendenti pubblici è passata al nuovo Polo Unico Inps con l'obiettivo di ridurre l'assenteismo e la certificazione di ipotetiche false malattie.

Ed è così che i controlli potranno essere ripetuti anche due volte nello stesso giorno (soprattutto in caso di malattia in giorni sospetti, come di lunedì o venerdì o a ridosso dei giorni festivi). Le visite potranno essere avviate d'ufficio dall'Inps anche senza la richiesta del datore di lavoro.

vogliamo ricordare, a beneficio di tutti i dipendenti, che in caso di malattia il lavoratore ha l'obbligo di richiedere il certificato al proprio medico di base, indicando nello stesso l'indirizzo presso il quale si rende reperibile il lavoratore per l'eventuale visita fiscale che può avvenire 7 gg su 7 (compresi weekend e festivi) nelle fasce orarie, la mattina 9:00/13:00 ed il pomeriggio 15:00/18:00.

Il medico curante deve inviare copia del certificato medico al neo istituito Polo Unico INPS, che avvierà la procedura per la visita fiscale che sara' disposte secondo il nuovo metodo elettronico in grado di stabilire quali sarebbero i lavoratori più propensi a false assenze per malattia, in base al tasso di assenteismo di ciascun lavoratore.

Il lavoratore, entro due giorni dal verificarsi della malattia, dovrà inviare copia del certificato al datore di lavoro.

Le regole INPS sulle visite fiscali 2017 prevedono anche i casi di esenzione dall'obbligo di reperibilità ovvero in quali casi al lavoratore è concesso allontanarsi da casa anche durante le fasce di reperibilità senza incorrere in alcuna sanzione:

  1. assenza dovuta a forza maggiore;
  2. situazioni che hanno reso necessaria l'immediata presenza del lavoratore altrove;
  3. visite, prestazioni e accertamenti specialistici contemporanei alla visita fiscale.

Invece in caso di gravi patologie era già previsto l'esonero dalle visite fiscali per chi presenta il certificato medico specifico.